VINCENT RENOIR

VINCENT RENOIR  – VERZY (Grand Cru – Montagne de Reims)
champagne-renoir.com/le-domaine

LO CHAMPAGNE “DI CASA” AI MASSIMI LIVELLI

Verzy, piccolo comune di poco più di mille anime ai margini settentrionali della Montagne de Reims; la sua notorietà legata ai circa 400 ettari di vigneto, in larga parte a pinot nero, giustamente classificati Grand Cru. Nel bel mezzo del borgo, tra le strette viuzze del centro, trova sede la piccola cantina della famiglia Renoir. Un ambiente semplice e senza fronzoli ma dotato di tutto quanto serve per accudire al meglio le uve dei cinque ettari (tra Verzy e Verzenay) di loro proprietà. Di stagione in stagione la storia si ripete: il pareggio dei conti assicurato dalla vendita di parte delle uve alle grandi Maisons, il cuore della vendemmia vinificato “in casa” per dar vita ad una produzione irrisoria (appena 20.000 bottiglie l’anno) ma altamente significativa. Vincent, dal 1983 alla guida dell’azienda fondata dai nonni più di mezzo secolo fa, gestisce vigne e cantina lasciando ad Elisabeth il compito di guidarvi nell’assaggio di una gamma di Champagne di esemplare linearità. Ed è proprio nella loro luminosa sala di degustazione, affacciata sul cortile di casa, che si scopre il valore delle loro etichette.

LO STILE RENOIR   (AZIENDA IN CONVERSIONE BIODINAMICA) Misurati, quasi sussurrati, gli Champagne di Vincent ed Elisabeth hanno il pregio della finezza e dell’eleganza. Eleganza che si deve anche all’intuizione del nonno di piantare, su alcune parcelle di terreno, dello Chardonnay in luogo dell’onnipresente (in zona) pinot nero. Di ottima tensione acida, i loro Champagne hanno bollicine molto fini e privilegiano la lunghezza gustativa alla potenza in ingresso. La critica francese li ha definiti “sottilmente penetranti”: non possiamo che condividere il commento.


LE NOSTRE SCELTE

renoir grand cruTRADITION BRUT GRAND CRU     Composto da pinot nero e chardonnay in parti perfettamente eguali (50% ciascuno), è il frutto di un assemblaggio di tre diverse vendemmie (60% vino d’annata, 40 Vin de Réserve). Solo acciaio per le basi, malolattica svolta e sosta sui lieviti di circa 36 mesi.  Dosaggio finale piuttosto contenuto, di circa 6-7 gr./litro, con “liqueur” preparata all’antica (zucchero e vino)

Il commento: Con al naso delicate note agrumate e di frutti tropicali, vanta sul palato una bollicina carezzevole e ben integrata. Vivace e tonico, ha la sua buona dose di lunghezza per essere un “base” (ma pur sempre un Grand Cru!)

renoir reserveRESERVE BRUT GRAND CRU     Leggera prevalenza dello chardonnay (60%) sul pinot nero (40%). Realizzato con uve selezionate provenienti dalle migliori parcelle aziendali, è un assemblaggio di tre diverse vendemmie (60% vino d’annata, 40 Vin de Réserve), per piccola parte in legno piccolo non nuovo. Malolattica svolta, sosta sui lieviti di ben 60 mesi.  Dosaggio alla sboccatura limitato a soli 5/6 gr./litro, con “liqueur” preparata all’antica (zucchero e vino)

Il commento: Un Grand Cru degno di tale nome. Contrastato al naso come sul palato, ha materia pur mantenendo un grande equilibrio e la finezza che è il marchio di fabbrica dei Renoir. Sprecato, forse, all’aperitivo, perfetto per carni bianche e pesce azzurro

renoir zeroBRUT NATURE GRAND CRU    Blend di uve chardonnay e pinot nero in parti uguali (50% ciascuno), è il frutto di un unico millesimo (anche se non dichiarato in etichetta); il 2009. La base per piccola parte matura in legno piccolo non nuovo. Malolattica svolta integralmente, sosta sui lieviti di 42 mesi. Privo di dosaggio zuccherino alla sboccatura

Il commento:  La voglia di “crescere” della famiglia Renoir conduce a questa prima assoluta per uno Zero Dosage degno di tale nome. Verticale, asciutto, tagliente, ha nel sushi e nelle crudità di crostacei la sua massima esaltazione. Da tenere in cantina, senza il patema di doverlo stappare quanto prima.

MILLESIME 2008 GRAND CRU   Blend di uve chardonnay (70%) e pinot nero (30%), è il frutto di un millesimo favorevole alla maturazione dello chardonnay. La base per piccola parte matura in legno piccolo non nuovo. Malolattica svolta integralmente, sosta sui lieviti di 84 mesi. Dosaggio alla sboccatura di soli 4 gr./litro, con “liqueur” preparata all’antica (zucchero e vino)

Il commento:  Annata sicuramente di ottimo livello per tutto lo Champagne, con maturazioni regolari e vendemmia avvenuta in condizioni climatiche ottimali. Ad un bollicina di grande finezza e cremosità si accompagna una invidiabile profondità gustativa. Bottiglia di “lunga percorrenza” in cantina.